3 lezioni di vita dal film Cindarella Man

by admin
0 comment
cindarella man

 Cindarella Man – Una ragione per lottare, è un film del 2005 interpretato da Russell Crow e Renée Zellweger.

 

La pellicola è ispirata alla vera storia del pugile Jim Braddock, che nel 1935 ha vinto il titolo di campione mondiale dei pesi massimi.

 

Mi ha colpito profondamente, non solo perché sono appassionata di boxe, ma anche perché questo film insegna 3 preziose lezioni di vita.

 

Per questo consiglio a chiunque voglia trovare la motivazione per raggiungere un obiettivo, di vederlo.

 

Cindarella Man: di cosa parla esattamente?

 

Jim Braddock è una promessa del pugilato ed il candidato favorito per vincere il titolo di campione mondiale. Ha tutto quello che una persona possa desiderare: successo, fama, soldi, talento, una moglie che lo ama e dei figli che lo adorano.

 

Cos’altro potrebbe desiderare di più?

 

Dopo un periodo d’oro, inizia il declino, dove perde numerosi match, si frattura in vari punti la mano destra e gli viene revocata la licenza. È il periodo in cui gli Stati Uniti attraversano la grande depressione.

 

Braddock per riuscire a mantenere la sua famiglia è costretto a vendere tutti i suoi beni e a lavorare come operaio. Però a causa della crisi, non riesce a lavorare tutti i giorni e per vivere deve fare debiti su debiti.

 

Il periodo di gloria sembra essere finito, nessuno crede più in lui e Braddock si sforza di accantonare i suoi sogni per sempre.

 

Finché un giorno, viene chiamato per sostituire un pugile che aveva cancellato il suo combattimento all’ultimo minuto. Felice di avere una seconda possibilità di dimostrare chi fosse realmente, accetta. Anche se si tratta di un solo ed unico incontro.

 

Nonostante il match venga considerato dal pubblico e dai giornalisti, soltanto un allenamento per il suo avversario, Braddock stupisce tutti mettendolo al tappeto al terzo round.

 

Grazie alla bravura dimostrata, riesce a farsi assegnare di nuovo la licenza e a riprendere a combattere. Dopo una serie di incontri vincenti, si trova ad affrontare l’allora campione del mondo Max Baer.

 

Il 13 giugno 1935, il titolo di campione del mondo viene assegnato a Jim Braddock.

 

Le tre lezioni di vita

 

Se ti stai chiedendo quali sono le tre lezioni di vita che ho imparato da questo film, ho deciso di condividerle con te.

 

Ti consiglio di rileggerle ogni volta che la vita ti mette al tappeto. Ogni volta che perdi la motivazione e non hai più voglia di continuare a combattere. Ogni volta che credi che la tua vita sia rovinata.

 

1 – Tutto può cambiare

 

La lezione più importante che ho imparato vedendo questo film, è che tutto può cambiare. Non importa le condizioni in cui sei ora, il tuo stato sociale, il lavoro che svolgi o il tuo aspetto fisico.

 

Tutto quello che non ti piace può essere cambiato, niente è permanente e dipende solo da te. Anche se fino ad ora hai vissuto una vita che non ti somigliava, ricordati che puoi ricominciare in qualsiasi momento. Puoi cambiarla e costruirla esattamente a tua immagine e somiglianza.

 

Jim Braddock ha avuto la forza ed il coraggio di cambiare una vita che sembrava rovinata per sempre. Chiunque può farlo. Puoi riuscirci anche tu. Anche quando tutto va male, anche quando perdi la speranza, ricordati che nulla che tu non voglia è permanente.

 

Certamente il cambiamento non ti cade dal cielo, bisogna impegnarsi con costanza. Se rimani seduto sul divano a piangere, è difficile che la tua vita possa cambiare. Ma se ci metti tutto te stesso, anche se parti dal fondo, è assolutamente possibile.

 

2 – Con tenacia e determinazione, puoi cambiare la tua vita

 

Il film Cindarella Man, insegna che con tenacia e determinazione, si possono raggiungere grandi risultati. Jim Braddock aveva perso tutto. Ma appena si ripresentò l’occasione del riscatto, lasciò il suo lavoro da operario per dedicarsi all’allenamento.

 

Nel giro di qualche mese si rimise in forma e riuscì a sconfiggere tutti i suoi avversari. Se non avesse avuto la determinazione di riuscirci e non avesse lavorato duramente, non avrebbe mai cambiato la sua vita.

 

Non è stata fortuna, nulla gli è caduto dal cielo. Si è impegnato, ha rischiato e si è  fregato dei giudizi delle persone che lo davano per spacciato. Per questo ha vinto tutto.

 

3- Lezione di vita dal film Cindarella Man: se hai vicino chi crede in te, è più semplice

 

La prima persona che deve credere in se stesso sei tu. Altrimenti è difficile che lo possano fare anche gli altri.

 

Ma questo film insegna che se hai accanto una famiglia che ti supporta e crede in te, è una grande fortuna. E tutto diventa più  semplice.

 

Con questo, però, non voglio assolutamente dire che se non hai nessuno che crede in te devi mollare. Anzi. Devi combattere più forte. La persona che deve credere in te, sei soltanto tu.

 

Cindarella Man: conclusioni

 

Se ancora non hai visto il film e hai bisogno di ritrovare la motivazione perduta, ti consiglio di vederlo.

 

Spero che questo articolo ti sia stato utile.

 

Fammi sapere cosa ne pensi.

 

Buona giornata.

0 comment
0

You may also like

Leave a Comment