Autostima: consigli pratici per aumentare la fiducia in se stessi

by admin
0 comment
autostima

 

Ho già scritto due articoli su come aumentare l’autostima, che puoi trovare cliccando qui e qui. Questo perché credo che essere in possesso di un’incrollabile fiducia in se stessi, sia il segreto per costruirsi una vita di successo.

 

Non è un caso, infatti, che tutte le persone che soffrono di una scarsa autostima, si accontentino di una vita mediocre. E gran parte delle volte, ben al di sotto delle loro possibilità. Sì perché i limiti sono soltanto nella nostra testa ed ogni individuo è dotato di capacità lontane dalla sua immaginazione.  Tutti possono raggiungere i propri obiettivi e costruirsi una vita soddisfacente. Quello che fa la differenza è la fiducia verso se stessi.

 

Ho deciso di scrivere questo articolo per fornire una guida dettagliata su come aumentare l’autostima. L’articolo è piuttosto lungo, perché è molto approfondito e contiene strategie efficaci per sviluppare la fiducia in se stessi. Ti consiglio di leggerlo fino alla fine, perché si tratta davvero di un testo che ti permetterà di lavorare sul tuo “io” interiore fin da subito.

 

Ovviamente nessuno è dotato di una bacchetta magica e se fino a ieri hai sofferto di una scarsa autostima, non puoi pensare che in uno o pochi giorni tu possa acquisire sicurezza in te stesso. Ma se seguirai i consigli scritti in questo articolo, ti assicuro che con il tempo ed un impegno costante, ci riuscirai.

 

Autostima: perché è così importante?

 

Il dottor Nathaniel Branden, autore del libro “I sei pilastri dell’autostima” definisce quest’ultima come: la reputazione verso se stessi. Infatti l’autostima non è altro che quello che pensi di te stesso.

 

Brian Tracy, autore del libro best seller: “Il segreto è credere in se stessi”, pone una domanda molto introspettiva a tutti quelli che prendono parte ai suoi corsi: “quale sogno oseresti inseguire se avessi la certezza assoluta di non poter fallire?”

 

Se tu avessi l’assoluta garanzia di successo in ogni campo della vita, cosa faresti? Soprattutto se fossi privo della paura del giudizio degli altri. A questo punto la stragrande maggioranza delle persone si sentirà libera di esprimere i suoi sogni più reconditi, che nella vita reale non si permetterebbe mai di inseguire.

 

Tutte le persone che soffrono di una scarsa autostima, si accontentano di una vita che non hanno realmente scelto, ma gli è capitata e se la sono fatta andare bene. O magari sono stati condizionati dai consigli dei loro famigliari, che spesso decidono il futuro dei loro figli senza nemmeno chiedere il parere di quest’ultimi.

 

Se invece riuscissi ad ottenere un buon livello di autostima, compiresti tutti i passi necessari per costruirti la vita che desideri. Modificheresti probabilmente gran parte delle cose che possiedi ora.

 

  • Ti prenderesti cura di te stesso;

 

  • ti vestiresti con abiti di tendenza;

 

  • mireresti ad una casa più bella, ad un lavoro migliore e ti circonderesti di persone che rispecchiano questo standard qualitativo.

 

Non ti faresti influenzare dal giudizio degli altri e prenderesti il comando della tua vita.  Non avresti paura ad esprimere i tuoi sentimenti e allontaneresti immediatamente le persone negative che incontri lungo il tuo percorso. Mireresti ad obiettivi più ambiziosi e avresti anche il coraggio di chiedere quella promozione che tanto desideri sul tuo posto di lavoro.

 

Insomma con una illimitata autostima, potresti fare davvero tutto.

 

Ma non solo…

 

Potresti persino diventare un leader e riusciresti a conquistare la simpatia delle altre persone. Non avresti paura di mostrarti per quello che sei realmente. Inoltre riusciresti a superare con facilità tutte le difficoltà che la vita ti pone davanti, consapevole delle tue indubbie potenzialità.

 

Questi sono i motivi per cui è importante sviluppare un alto livello di autostima. Senza di essa non riusciresti a costruirti una vita soddisfacente sotto tutti i punti di vista.

 

Come si comportano le persone con una scarsa autostima?

 

Molte persone hanno un’autostima limitata e questo le rende pieni di dubbi sulle loro capacità ed hanno timore per tutto ciò che si trova al di fuori della loro comfort zone.

Anche lo psicologo Abraham Manslow ha affermato che “la storia della razza umana è la storia di uomini e donne che si sottovalutano”.

 

Questo tipo di persone di solito tende a paragonarsi agli altri, vedendoli sempre migliori di loro, anche se nella realtà poi non è così. Ma come dice il famoso detto popolare “L’erba del vicino è sempre più verde”. Se poi andassimo ad analizzarla a fondo quest’erba del vicino, scopriremmo che non è così perfetta come sembrava da lontano.

 

Spesso chi soffre di mancanza di autostima, confonde l’identità con il comportamento. Il suo sistema di valori è composto da assoluti, quindi a seconda del valore che li accomuna ad un’altra persona, esigono un determinato tipo di comportamento. Ad esempio, chi non ha fiducia in se stesso, quando commette uno sbaglio andrà a prendersela con la sua identità, con frasi denigratorie, del tipo “non valgo niente”, “sono un incapace”.

 

Se un amico si dimentica di telefonargli, lui penserà che non gli interessa nulla della loro amicizia. Ma questi non sono fattori reali per giudicare un’amicizia. Il proprio sistema di logiche personali, non è uguale a quello degli altri. Non si può sempre generalizzare e vedere dentro un determinato comportamento un significato nascosto.

 

Magari se l’amico non ha chiamato è stato perché non ha avuto tempo, ha avuto dei problemi, gli hanno rubato il cellulare, oppure gli è scaduta l’offerta e non è riuscito a ricaricarlo. Come vedi esistono tante altre motivazioni per giudicare un comportamento. Allora perché soffermarsi sempre e solo su quella negativa?

 

 

Autostima: ovvero l’amore verso se stessi

 

Tutto gira intorno all’amore verso se stessi, che è la base per sviluppare un’autostima di ferro. Le persone che non si amano di trascurano, non danno importanza ai loro desideri, accettano il primo lavoro che trovano anche se non c’entra nulla con loro e spesso è sottopagato e con condizioni inaccettabili. Non curano la propria immagine e spesso si mettono in pericolo.

 

Una persona che nutre un profondo amore verso se stesso, invece, saprà prendersi cura di sé, cercare condizioni migliori per vivere e lavorare e sarà motivato a perseguire i propri obiettivi. Le persone che si amano non accettano la negatività che li circonda. Ricordati “tutta l’acqua dell’oceano non può affondare una nave, se non penetra nel suo interno.” Nessun giudizio negativo può davvero farti del male se non gli permetterai di toccare il tuo io più profondo.

 

Da cosa deriva una bassa autostima

 

L’autostima si sviluppa fin dall’infanzia. L’ambiente in cui vivi, i tuoi genitori e le persone che ti circondano, contribuiscono a far nascere l’immagine di te stesso. Spesso i genitori compiono degli errori nei confronti dei propri figli, inconsapevoli che ciò potrebbe danneggiare la loro autostima.

 

Quando un bambino si mette nei pasticci, cosa solita e forse anche giusta, molti genitori sono soliti sgridarli con rabbia, affermando insulti che possono segnare a lungo termine il bambino. Se un genitore dice al proprio figlio che è stupido ed incapace, egli con il tempo inizierà a pensare di essere proprio così. Ma i familiari non sono gli unici a costruire o disintegrare la fiducia in se stesso di un bambino. A questo ci pensano anche gli insegnanti e i compagni di classe.

 

Quando un bambino prende un brutto voto a scuola, ecco che arrivano puntualmente i rimproveri degli insegnanti e le risatine e prese in giro dei compagni di classe. Ma questo punto lo approfondirò più avanti sempre su questo articolo. Così un bambino o un ragazzo danneggiato nel suo ego personale, si sentirà in dovere di dimostrare quanto vale alle persone che lo circondano.

 

Ma cercare di dimostrare qualcosa a qualcuno che fin dal principio non crede in te, è inutile e controproducente. Non hai bisogno di dimostrare agli altri di essere migliore di quello che pensano. Devi soltanto credere in te stesso. Se tu per primo avrai un’immagine di te positiva, influenzerai anche gli altri.

 

L’intelligenza emotiva e il Q.I.

 

Nel suo libro “Intelligenza emotiva”, Daniel Goleman, spiega bene il concetto di un’intelligenza molto spesso trascurata nella nostra società, ovvero quella emotiva. L’intelligenza scolastica non definisce il valore di una persona. La psicologia afferma che i voti scolastici e il quoziente intellettivo, non sono affatto strumenti idonei per individuare gli individui che avranno successo nella vita.

 

Sono ben altre le caratteristiche che permettono alla persona di costruirsi la vita che desidera: l’intelligenza emotiva. Si tratta di quella capacità di gestire le proprie emozioni, di controllare gli impulsi, di preferire la gratificazione a lungo termine, piuttosto di quella momentanea, di inseguire un obiettivo nonostante le difficoltà e la capacità di motivare se stessi.

 

In uno studio degli anni quaranta su 95 studenti dell’università di Harvard, è stato scoperto che gli ex studenti più brillanti, con i voti maggiori e un maggiore Q.I. non erano riusciti a costruirsi una vita ricca di soddisfazioni, rispetto ai compagni con votazioni inferiori. Né avevano raggiunto una maggiore felicità nei diversi aspetti della vita.

 

Un altro studio venne effettuato su 450 ragazzi provenienti da Somerville, nel Massachussetts, con famiglie che vivevano di sussidi e per gran parte immigrati. Un terzo dei ragazzi aveva un Q.I. inferiore a 90. Ma questo fatto aveva poco a che vedere con il successo riscosso nella vita. Infatti il 7% di loro, rimasero disoccupati per oltre 10 anni, ma lo stesso accadde anche agli altri 7% con un Q.I. superiore a 100.

 

Ciò sta a significare che a fare la differenza sono le abilità acquisite durante la loro vita, in particolar modo nell’infanzia.

 

Perché non dovresti fissarti sul tuo rendimento scolastico

 

Karen Arnold, insegnante di pedagogia alla Boston University, è stata una delle ricercatrici a mettere in atto uno studio su 81 studenti delle scuole superiori dell’Illinois. Questi ragazzi nonostante riuscirono a laurearsi con il massimo dei voti, soltanto 1 su 4 raggiunse un livello di successo nella vita consono alle proprie capacità. Gli altri si erano costruiti una vita ben al di sotto dei propri standard.

 

Karen Arnold, riguardo a questo, ha affermato: “Credo che abbiamo scoperto gli individui ligi al dovere, quelli che sanno come ottenere buoni risultati nel sistema. Gli studenti della nostra indagine, però, devono lottare nella vita, come tutti noi. Sapere che una persona è stata uno studente modello, significa solo sapere che è abile nelle prestazioni scolastiche. Non ci dice nulla sul modo in cui essa reagisce alle vicissitudini della vita.”

 

Quindi va da sé, capire che l’intelligenza scolastica non ti prepara per affrontare la vita. Eppure nonostante questa verità, molti ragazzi si sentono in colpa per aver ricevuto un brutto voto, vengono sgridati dai loro genitori e dagli insegnanti e la loro autostima viene calpestata al punto che per ritrovarla saranno necessari molti anni.

 

Dunque è bene capire che non devi fissarti sul rendimento scolastico. Ovviamente non sto dicendo che non devi studiare, tutt’altro, ma se un giorno dovessi prendere un brutto voto, non è una tragedia e si può sempre recuperare. Il sistema scolastico e la società, si basano quasi esclusivamente sui successi accademici, pur non essendo nessun presagio di prosperità o maggiori abilità, ignorando l’intelligenza emotiva.

 

Saper gestire le emozioni è importante per la propria autostima

 

L’intelligenza emotiva è quella che noi chiamiamo carattere, ed è estremamente importante per riuscire a costruirsi una vita felice e appagante. Riuscire a gestire le emozioni richiede enormi abilità, ed è quello su cui dovresti lavorare per ottenere la vita desiderata.

 

Questo ci porta finalmente a capire come mai alcune persone hanno successo ed altre no, nonostante intellettualmente non siano da meno. Le persone che non riescono a gestire le proprie emozioni, finiscono per combattere battaglie interiori estenuanti e perdono la capacità di andare avanti ad inseguire i propri obiettivi.

 

Come capire se possiedi un buon livello di autostima

 

Avere un’incrollabile fiducia in se stessi è il segreto per vivere una vita degna di essere vissuta. Ma come capire se possiedi un buon livello di autostima?

 

Semplice, le persone che credono in se stesse rispecchiano tutte determinati comportamenti ed ora li andremo ad analizzare insieme.

 

  • Lavorano sui loro obiettivi giorno dopo giorno, convinte che prima o poi li riusciranno a realizzarli.

 

  • Accettano i complimenti senza sentire il bisogno di sminuirli o di mostrare un’umiltà inappropriata.

 

  • Danno molta importanza alla loro immagine estetica.

 

  • Riescono ad affrontare le difficoltà con forza e coraggio, senza lasciarsi sopraffare.

 

  • Non rimuginano all’infinito sugli avvenimenti del passato che li hanno feriti.

 

  • Non danno peso al giudizio degli altri.

 

  • Si allontanato dalle persone negative o che non c’entrano nulla con loro.

 

  • Non accettano di vivere o lavorare in situazioni inaccettabili.

 

Se tu non rispetti tutti questi punti, va da se che non hai fiducia in te stesso e nelle tue capacità. Ma c’è una buona notizia, l’autostima si può sviluppare. Certo ci vuole tempo. Come quando decidi di iscriverti in palestra per mettere massa muscolare. Ci vogliono mesi ed un allenamento costante e un’alimentazione adeguata, ma alla fine i risultati arriveranno.

 

Devi pensare che l’autostima sia come un muscolo, che per farlo crescere dovrai allenarlo ogni giorno, seguendo gli esercizi che ora ti andrò ad elencare. Forse alcuni potranno sembrarti complicati all’inizio, soprattutto se sono comportamenti che non ti appartengono nella quotidianità.

 

Ma ti assicuro che se seguirai tutti i consigli riportati su questo articolo, riuscirai anche tu a costruirti un’autostima di ferro.

 

Come aumentare l’autostima: dialoga con il te bambino

 

Se durante l’infanzia sei stato giudicato, sgridato e le persone che ti circondavano non sono riuscite a far crescere la fiducia in te stesso, questo esercizio risulta fondamentale per andare avanti nel percorso e sviluppare un buon livello di autostima.

 

Mettiti seduto, chiudi gli occhi e torna con la mente a quando eri bambino. Visualizza il te stesso dell’infanzia e spiegagli il motivo della sua scarsa autostima. Offrigli tutte le attenzioni e gli incoraggiamenti che al tempo gli sono stati negati.

 

Poi tranquillizzalo e digli che andrà tutto bene, che lo ami e che non permetterai più che chi lo circonda lo riempia di critiche negative.

 

Lavora sui tuoi pensieri

 

Probabilmente fino ad ora hai convissuto con pensieri auto sabotanti dentro la tua mente. Pensieri per colpevolizzarti dei tuoi fallimenti, per rimpiangere le occasioni mancate, per costringerti a reprimere le tue emozioni. E poi tutti i pensieri che ti autoconvincevano di non meritare amore. La legge della concentrazione afferma che: “ciò a cui pensi a lungo, alla fine diventa realtà”. I pensieri sono come delle spugne, assorbono tutti i messaggi che gli invii.

 

Se pensi sempre di non essere all’altezza, di non piacere agli altri, di non avere le capacità per costruirti la vita che desideri, sarà così. Alla fine questi pensieri diventeranno parte dei tuoi processi mentali e finiranno con il condizionare i tuoi comportamenti.

 

Se tu invece ti soffermi a pensare a doti come: il coraggio, la perseveranza, l’audacia, con il tempo farai tue queste virtù. È impossibile avere pensieri negativi e sperare in una vita positiva. Questo vale per tutti. La vita al di fuori è il riflesso di quello che abbiamo dentro.

 

Ti sarà capitato di vedere persone carine e simpatiche esteriormente, ma che nella vita personale devono star dietro a non pochi problemi. E magari ti sarà capitato anche di pensare: “La sfortuna si accanisce sempre con le persone che non lo meritano”. Bene, a parte pochi casi, la maggior parte delle volte quello che accade nella vita di una persona, non è altro che il riflesso del suo mondo interiore.

 

Il segreto per avere una vita soddisfacente, è vivere in armonia con il proprio essere.

 

Come lavorare sui propri pensieri ed aumentare l’autostima

 

È fondamentale prendere il controllo dei propri pensieri, distogliendo con forza la mente dai pensieri negativi. Ovviamente ciò non può avvenire dall’oggi al domani, ma ci sono due esercizi fondamentali per riuscire a guidare la propria mente.

 

Il primo, è quello di porre la massima attenzione su quello che passa nella tua mente. Una volta individuati i pensieri ricorrenti, dai un nome al tuo sabotatore interiore. Ogni volta che lo senti farsi spazio nella tua testa, mandalo al diavolo e sostituisci questi pensieri con altri positivi.

 

L’altro esercizio, invece, è quello di concentrare tutti i tuoi pensieri sulla persona che vorresti essere. Pensa alle qualità che vorresti avere e ai comportamenti che vorresti mettere in atto nella quotidianità. Concentra tutti i tuoi pensieri su questo punto ogni giorno. Compiendo questo esercizio li radicherai nel tuo subconscio e progressivamente diventeranno parte di te.

 

Considerando il fatto che si diventa quello che si pensa, tanto vale concentrare i tuoi pensieri sulla persona che vorresti diventare.

 

Autostima: stabilisci i tuoi valori

 

Le persone con un alto livello di autostima, sono coloro che vivono a seconda dei valori che hanno stabilito. Una volta lessi in un libro la frase “si può mentire a tutti, ma non a se stessi”. Credo che essere fedeli a se stessi nonostante ciò che ci circonda, sia fondamentale per aumentare l’autostima.

 

Il primo passo è quello di stabilire i propri valori. Quelli in cui credi, quelli per cui saresti pronto a sacrificarti. Potrebbero essere: la famiglia, la salute, la carriera, l’amicizia, la sincerità, la lealtà, la libertà. Scegli i tuoi valori e scrivili su un foglio. Una volta scelti dovrai tener presente che dovrai vivere a seconda di essi, altrimenti non potrai considerarli dei veri e propri valori.

 

Se ad esempio decidi di avere come valore quello della lealtà, dovrai essere leale in ogni situazione, non solo quando ti conviene. Non si può sostenere un principio soltanto quando esso risulta conveniente.

 

Se sarai fedele ai tuoi valori qualsiasi cosa accada, progressivamente acquisterai una maggiore sicurezza in te stesso. In quanto vivrai una sensazione di benessere e di forza che ti permetterà di gestire qualsiasi situazione.

 

Se non riesci a stabilire i tuoi valori, puoi provare con questi due utili esercizi.

 

Il primo è chiederti a quale personaggio noto dello spettacolo vorresti somigliare e perché. Quali sono le caratteristiche che possiede?

 

Il secondo esercizio è quello di immaginare il tuo funerale. Come vorresti essere ricordato? Che qualità vorresti che ti si riconoscessero?

 

La priorità dei valori

 

Una volta scelti i valori, è importante stabilire delle priorità. Quale di esso ritieni più importante? E quale metteresti invece al secondo posto? E al terzo?

 

Se ad esempio metti al primo posto la carriera, stai dicendo che sacrificheresti tutto il resto. Ricordati che i tuoi valori si esprimono soltanto attraverso le tue azioni. Ogni volta che agirai tenendo conto dei tuoi valori, la tua autostima aumenterà. In caso contrario il senso di colpa ti farà sentire a disagio e l’idea del fallimento farà crollare la tua fiducia in te stesso.

 

La legge della reversibilità afferma che pensieri e sentimenti riportano a comportamenti conformi ad essi. Ma è vero anche il contrario. Ossia se non possiedi una determinata qualità, ma vorresti tanto averla, ti basterà agire come se già la possedessi per affermarla nella tua mente e scatenare le azioni conformi.

 

Riconosci i tuoi successi e aumenterai la tua autostima

 

Riconoscere i propri successi è il primo passo per aumentare la fiducia in se stessi. Per riuscire ad alimentarla sono necessari anche interventi esterni.  Essere circondato da persone che credono in te e ti incoraggiano, è un ottimo modo per mantenere sempre alta la tua autostima.

 

Molte persone mirano alla perfezione e dal momento che questa è irraggiungibile, credono di aver fallito e quindi di non valere niente. Per riuscire ad essere consapevole dei tuoi successi, devi rendere fattibili i tuoi obiettivi. Rinuncia alla perfezione ed inizia ad accettarti così come sei. Riconoscere tutti i tuoi successi senza riserve è fondamentale.

 

Gran parte degli individui, per non risultare troppo spavaldi, cercano di sminuire i loro successi, con il classico e odiabile “sì, ma”. Il “ma”, serve soltanto ad annullare quanto è appena stato detto. Se per esempio dico “mi piace quel piatto ma, potrai presagire che sto per affermare il contrario di quanto ho detto.

 

La stessa cosa vale per i tuoi successi. Se ti dicono che sei riuscito a dimagrire e rispondi: “sì, ma non ho sempre fatto le cose perfettamente”, stai sminuendo il tuo successo. Non si tratta di rimanere umili. Rispondi semplicemente: “Sì, sono stato bravo.”

 

Se saprai riconoscere i tuoi successi svilupperai la capacità di agire, saprai porti nuovi obiettivi e sarai in grado di affrontarli, consapevole di esserci già  riuscito in passato. Soprattutto potrai prendere il fallimento per quello che è davvero, ossia qualcosa di passeggero.

 

Come aumentare l’autostima? Poniti degli obiettivi e raggiungili

 

Per acquisire una maggiore autostima, devi avere fiducia nelle tue capacità. Prima di riuscire a stabilire obiettivi importanti per la tua vita, è necessario partire con traguardi meno impegnativi. Ponendoti poi strada facendo, obiettivi sempre più  ambiziosi.

 

Sapere di avere le capacità per realizzare i tuoi obiettivi, ti darà la forza per puntare sempre più in alto. La sicurezza di sé si acquisisce quando saprai dimostrare a te stesso di avere le abilità per raggiungere qualsiasi cosa desideri.

 

È importante stabilire degli obiettivi chiari, perché ti permette di eliminare dalla tua vita la legge della casualità, ossia di essere preda del caso e degli eventi. Sapere invece il percorso da intraprendere, ti darà una sensazione di forza interiore.

 

Inizia quindi ponendoti obiettivi per te raggiungibili e non troppo complicati. Ad esempio se non sei una persona molto sportiva potresti decidere di iniziare a praticare jogging. Magari ponendoti per una settimana l’obiettivo di svolgerlo soltanto per 10 minuti e poi a mano a mano aumentare il percorso.

 

La consapevolezza di riuscire a raggiungere tutto quello che ti prefisserai, ti porterà  in seguito a fissare degli obiettivi più importanti per migliorare la tua vita.

 

Risolvi i piccoli problemi quotidiani e aumenterai la tua autostima

 

La vita è fatta di alti e bassi e questo vale per tutte le persone del mondo. Non esiste nessuno per cui la vita scorre sempre liscia senza intoppi. Quando sorge un problema, le persone con una scarsa autostima, tendono a buttarsi giù, non credendo nelle loro possibilità di risolverlo. Così subentrano altri problemi personali, come la depressione, l’ansia e il senso di impotenza nei confronti di ciò che ti circonda.

 

Se invece ti abituerai a risolvere i piccoli problemi quotidiani, quando si presenterà un problema più importante, saprai come affrontarlo, perché avrai fiducia nelle tue capacità.

 

Spesso le persone maledicono le difficoltà, ma senza di esse non è possibile rafforzare il carattere, acquisire resistenza agli urti della vita e perseveranza. Non sarebbe possibile diventare una persona sicura di sé, che sa di poter affrontare qualsiasi cosa.

 

L’opinionista statunitense Ann Landers ha affermato “Se mi chiedesse di dare il consiglio che ritengo più utile per l’umanità, sarebbe questo: aspettati i guai e considerali un fatto inevitabile della vita e quando arrivano alza la testa, guardali negli occhi e ripeti: sarò  più forte, non potete sconfiggermi”.

 

Non è ciò che ti accade, ma come reagisci che fa la differenza, perché quello può essere controllato. Le persone con un’autostima incrollabile, sono quelle che reagiscono bene agli urti della vita.

 

Abraham Zaleznik, studioso dell’università di Harvard e ricercatore di approfondite analisi nel campo della delusione, ha scoperto che gli individui non si preparano mentalmente per gli insuccessi della vita. Così quando arrivano iniziano a credere di essere degli incapaci.

 

Quindi inizia a risolvere i piccoli problemi quotidiani che ti si presentano davanti, anche quelli più futili. In questo modo sarai capace di superare qualsiasi altra cosa.

 

Conclusioni

 

Siamo giunti alla fine di questo articolo. Spero che ti sia stato utile per aumentare l’autostima e la sicurezza in te stesso.

 

Ricorda che sei tu a decidere chi vuoi essere. Non lasciare che il passato, i tuoi errori e i tuoi insuccessi ti etichettino come una persona insicura. Si può ricominciare daccapo ogni volta che lo desideri. Si può rinascere partendo da zero sempre e comunque. È proprio questo il bello della vita.

 

Avanti dunque e senza paura.

 

Alla prossima.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

0 comment
0

You may also like

Leave a Comment